AGENDA 21 LOCALE

I COMUNI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Comuni di Acquaviva delle Fonti, Adelfia (capofila), Binetto, Bitetto, Grumo Appula, Palo del Colle, Sannicandro di Bari, Toritto, Valenzano

PROGETTO POR PUGLIA 2000 - 2006

Misura 5.2 Azione 1 "Servizi per il miglioramento dell'ambiente nelle aree urbane"

 

COS'E' AGENDA 21 LOCALE

Agenda 21 è un documento costituito da 40 capitoli, riferimento globale per lo sviluppo sostenibile del 21° secolo. Tale documento, elaborato dalle Nazioni Unite e approvato da 173 governi, nel 1992, nell'ambito dell'Earth Summit di Rio de Janeiro, contiene al suo interno, nel capitolo 28, i principali riferimenti relativi ad Agenda 21 Locale, ossia le possibili iniziative delle autorità locali di tutto il mondo in supporto di Agenda 21.

Agenda 21 Locale costituisce un processo di partnership volontaria, attraverso il quale gli Enti locali proponenti operano in collaborazione con tutti i settori della comunità locale per definire un piano d’azione teso a perseguire la sostenibilità, ambientale ma anche economica e sociale, a livello locale, al fine di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere le opportunità delle generazioni future.

Agenda 21 Locale rappresenta inoltre un processo di programmazione partecipata, capace di avviare strategie di sviluppo sostenibile, rispondenti alle specifiche caratteristiche locali, in grado di guardare al medio lungo periodo e strutturate in modo integrato.

Il processo di Agenda 21 Locale si articola in tre momenti principali, complementari l'uno all'altro:

AGENDA 21 LOCALE DEI COMUNI BACINO BA/3

Il progetto di Agenda 21 Locale è stato promosso dai Comuni del Bacino Ba/3 (Acquaviva delle Fonti, Adelfia - capofila, Binetto, Bitetto, Grumo Appula, Palo del Colle, Sannicandro di Bari, Toritto, Valenzano) e finanziato dalla Regione Puglia nell'ambito del POR 2000 - 2006.

Alla redazione della RSA hanno partecipato, in qualità di partner tecnici e scientifici, tre soggetti esterni: l'Istituto Epidemiologico del Policlinico di Bari (con il compito di approfondire il rapporto tra ambiente e salute nel contesto territoriale interessato dal progetto); l'Istituto di Ricerca sulle Acque - CNR di Bari (con il compito di fornire conoscenze e dati, qualitativi e quantitativi, relativi alla risorsa acqua); l'IPSIA Chiarulli di Acquaviva delle Fonti (competente per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico nei centri urbani dei nove Comuni coinvolti nel progetto).

LE AZIONI DI TERRE DEL MEDITERRANEO

Terre del Mediterraneo ha organizzato, coordinato e gestito il Forum di Agenda 21 Locale, i Miniforum scolastici e i laboratori informativi nei Comuni del Bacino Ba/3.

1 - IL FORUM

Al Forum sono stati invitati a partecipare oltre 600 soggetti delle comunità locali interessate dal progetto, in rappresentanza delle amministrazioni locali, delle associazioni di categoria, dei sindacati, degli ordini professionali, delle associazioni culturali ed ambientaliste, delle imprese sociali, delle scuole, etc.

Il Forum dei Comuni del Bacino Ba/3 è stato organizzato in sessioni plenarie e in due sessioni tematiche ("Ambiente, salute e qualità della vita" e "Mobilità sostenibile e pianificazione del territorio"). 

Gli incontri del Forum si sono svolti, nelle sedi messe a disposizione dai nove Comuni partecipanti al progetto, tra il 5 maggio e il 30 giugno 2003.

2 - LE ATTIVITA’ CON LE SCUOLE E IL MINIFORUM

All’interno del processo di Agenda 21 Locale dei comuni del Bacino Ba/3 uno specifico spazio è stato dato alla partecipazione e al coinvolgimento delle scuole. Le attività realizzate si articolano in momenti preliminari di informazione, finalizzati a diffondere tra gli insegnanti la conoscenza del processo di A21L e a mostrarne le potenzialità, e in un vero e proprio miniforum scolastico.

Gli incontri con gli insegnanti si sono svolti tra l'11 febbraio e il 1 marzo 2003, mentre i miniforum scolastici si sono tenuti, nelle quattro scuole che hanno manifestato la disponibilità ad attivarli in tempi brevi, tra il 27 marzo e il 29 maggio 2003.

3 - I LABORATORI INFORMATIVI

Momento preliminare all'apertura del Forum è stato rappresentato dall'organizzazione di alcuni incontri utili a far conoscere il processo di Agenda 21 Locale, la sua complessità e le sue potenzialità, ed ad aumentare la consapevolezza circa i temi ambientali in genere.