PAESAGGI D’ALBANIA

(escursioni nel parco nazionale di butrint, alla scoperta del sud dell’albania)

 

 

Presentazione dell’iniziativa

L’immagine che ognuno di noi ha dell’Albania non delle piu’ lusinghiere. Al tempo stesso, pero’, essa genera curiosita’, soprattutto tra coloro che sono sempre alla ricerca di nuove mete da scoprire.

In Albania, la realta’ e’ molto piu’ ricca e complessa dei cliche’ che la riguardano e riserva molte sorprese, come il Parco Nazionale di Butrint, all’estremo sud del paese.

Promuovere la conoscenza di Butrint all’estero e allo stesso tempo coinvolgere gli abitanti dei villaggi del Parco in attivita’ di turismo sostenibile: questi sono gli obiettivi del progetto dell’ONG italiana CISP (Comitato Italiano per lo Sviluppo dei Popoli), che sta lavorando insieme alla Direzione del Parco ed altri partners, su piccole ma concrete iniziative-pilota, ovvero invitare associazioni amanti della natura e dell’escursionismo, come Terre del Mediterraneo, a visitare il parco, a camminare lungo sentieri dai bellissimi paesaggi, a scoprire insospettate ricchezze archeologiche, ad incontrare gli abitanti del parco inventando con loro un diverso modo di “fare turismo”. Un turismo che non ha bisogno di distruggere, ma che anzi deve conservare e proteggere per esistere.

Il Parco Nazionale di Butrint e i suoi dintorni

Per chi arriva da Bari, la porta d’ingresso e’ Saranda: sulla sua bella baia si affaccia l’isola greca di Corfu’, distante pochi chilometri. Alle sue spalle, le montagne. Poco piu’ a sud, la costa si frastaglia in varie isolette difronte al villaggio di Ksamili. Ad entrambe, la natura ha regalato una geografia spettacolare. In entrambe, l’uomo sta attaccando pesantemente il territorio con la speculazione edilizia (ci ricorda qualcosa, specialmente a tutti noi del Sud Italia?)

Smirald (Aldi) Kola - La guida che in Albania ci ha condotto alla scoperta di posti incantevoli ......... come quello alle sue spalle.

Ancora qualche chilometro verso sud e la strada si infila nel Parco: su una superficie di 29 kmq, colline di macchia mediterranea e di ulivi, due lagune, paludi, una estesa piana alluvionale, canali di collegamento col mare, paesaggi splendidi, uccelli in migrazione, flora mediterranea e balcanica.

Nel cuore di questa splendida cornice: l’antica citta’ di Butrint, uno stupefacente agglomerato di rovine archeologiche illiriche, greche, romane, bizantine, veneziane, ben conservate e immerse magicamente nella natura. Ed intorno, resti di castelli e fortezze veneziane e turche. Il tutto a testimoniare un passato incredibilmente ricco della storia che coinvolse nei secoli tutto il Mediterraneo. Per questo, la zona archeologica e’ stata dichiarata dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanita’”. Al di la’ dei vicini confini del parco, alcuni villaggi, molto semplici, con tanti problemi ma anche con tanta voglia di riscatto. E poi ancora paesaggi aperti dove l’occhio spazia lontano, tra montagna e mare...

Il Parco Nazionale di Llogara’

Pino loricato - Pinus leucodermis

Situato a circa 40 kilometri da Valona, il Parco di Llogara’ si presenta come una lussurreggiante montagna vicinissima al mare, con una foresta dalla flora ricchissima in cui primeggiano il Pino nero e il Pino loricato.

Salvione giallo - Phlomis fruticosa

Designato fin dal 1966 come parco nazionale, ha una superficie di 1010 ettari ed una altitudine che varia molto rapidamente dai 470 ai 2018 metri. La vicinanza con la costa crea panorami davvero spettacolari.

Il grande interesse di questo parco e’ esclusivamente naturalistico, ma anche da qui e’ passata la storia, come testimonia per esempio il “passo di Cesare”, che ricorda che nel 48 AC l’imperatore Giulio Cesare attraverso’ queste montagne con il suo esercito inseguendo Pompeo.


 

 

Il Programma in generale

 

1° e 2° giorno - Parco Nazionale di Butrint:

3° e 4° giorno - Parco Nazionale di Llogara’:

 

Viaggio Italia/Albania
Per l’Albania non e’ richiesto visto per i cittadini italiani; la tassa di entrata nel paese e’ di 10 euro a persona, da pagare all’arrivo alle autorita’ competenti. E’ necessario il passaporto.

Come arrivare (via nave): Andata Bari o Brindisi - Corfu’, poi Corfu’ – Saranda. Ritorno Valona – Brindisi.
Come per tutti i paesi al di fuori dell’Unione Europea, e’ vivamente consigliabile, prima di partire, fare
un’assicurazione di viaggio per la copertura di eventuali spese sanitarie.

Consigliati: binocolo, torcia, abbigliamento comodo, scarponi, asciugamani, costume da bagno per Butrint e maglione per Llogara, giacca antipioggia. Il sacco a pelo non e’ necessario.

Contatti in loco:

Smirald (Aldi) Kola tel.: 00 355 69 2219784
                          Email:
smiraldkola@yahoo.com