CAMPAGNA SALVAROSPI

 

Terre del Mediterraneo, in collaborazione con il WWF di conversano, WWF Martina Franca, Argonauti, Masseria dei Monelli, e Natura Viva, partecipa al progetto fondato a livello locale da Cristiano Liuzzi e mirato alla tutela della specie simbolo della Riserva Naturale Orientata Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore: il rospo smeraldino italiano (Bufo lineatus).

Il progetto si rende necessario per arginare i casi di morte per investimento stradale degli individui migranti da e verso i siti riproduttivi (i laghi di Conversano).

Nonostante gli sforzi di decine di volontari, ogni anno sono migliaia gli individui investiti, ma altrettanti sono gli individui prelevati dal manto stradale e restituiti alla vita. Possiamo garantire che in assenza di questi sforzi, il destino di questa specie sarebbe segnato da tempo.

L’impatto del traffico stradale, non è l’unica minaccia per questi Anfibi. La conduzione agricola intensiva dei terreni prospicienti i laghi, i prelievi idrici illeciti, l’abbandono di rifiuti, gli incendi estivi, l’introduzione di specie alloctone e quant’altro, si ripercuotono in modo drastico sul delicato ecosistema dei laghi di Conversano, gravando in particolar modo sulla stabilità di specie particolarmente sensibili come gli Anfibi. Fino ad oggi abbiamo assistito a politiche governative nazionali che periodicamente sferrano attacchi disastrosi all’ambiente e alla biodiversità. Il problema di fondo consiste nell'ignorare che l’estinzione di una specie si ripercuote inevitabilmente sulla stabilità dell’ecosistema del quale fa parte e che lo sconvolgimento degli ecosistemi mette a repentaglio la nostra stessa sopravvivenza. Ogni anno migliaia di specie scompaiono per causa nostra, la perdita di biodiversità è una delle maggiori tragedie scaturite dal moderno rapporto uomo-natura.

Siamo arrivati molto tempo dopo di loro, con arroganza abbiamo occupato i loro territori, relegandoli in angoli sempre più minuti, abbiamo avvelenato i loro habitat, abbiamo bloccato le loro vie di spostamento con barriere insormontabili, li abbiamo costretti a condividere i loro habitat con pericolosi animali esotici. Non pensate che siamo in debito con loro?

Non lasciatevi travolgere dall’indifferenza. Cosa lasceremo in eredità ai nostri figli? Venite con noi per le strade di Conversano per tentare fino all’ultimo di salvare questa specie.

Chiunque volesse partecipare può contattarci direttamente; va precisato che molte delle attività vengono svolte durante la notte, quindi bisognerebbe essere muniti di torcia, impermeabile (spesso piove!).

Il salvarospi si svolge nei mesi di FEBBRAIO e MARZO. Orientativamente le uscite si terranno il venerdì dalle 19.00 in poi. Uscite extra sono previste nelle giornate di pioggia, compatibilmente con la disponibilità dei volontari